Personaggi

Famiglia Rossi

Luigi Rossi

Cinquantunenne, fratello maggiore di Mario. Impiegato come Guardia  Forestale al Parco Nazionale di Montegrano, è riuscito a far assumere anche Mario. Divorziato, vive col figlio undicenne Peppino.
Odia i politici in generale e la Boldrini in particolare. Di solito non vota, o -se proprio deve- vota 5Stelle. Non gli vanno a genio nemmeno le banche e le multinazionali dei farmaci, che vogliono costringere la gente a vaccinarsi solo per fare soldi. Non è razzista, semplicemente crede che ci siano troppi immigrati a giro e darebbe volentieri fuoco ai Rom. Sopporta poco anche le donne (tranne le prostitute con cui va ogni giovedì), soprattutto dopo che la sua ex moglie lo ha mollato per mettersi con un’avvocatessa di successo.
Ama guardare la TV e commentare le trasmissioni su Facebook, dove ha quasi 3000 amici. I suoi programmi preferiti sono Ciao Darwin Striscia la Notizia, ma non disegna Dalla Vostra Parte e talvolta Giletti. Adora Checco Zalone e Diego Abatantuono.
In città ha molti amici, che solitamente lo seguono quando prende l’iniziativa.
E’ credente non praticante.
Una volta ha letto un libro, e se ne vergogna profondamente.

Mario Rossi

Cinquantenne, fratello minore di Luigi. Sposato con Rosa, padre di Debora e Filippo. Meno impulsivo e più prudente rispetto al fratello. Si fa i fatti suoi in nome del quieto vivere, ma quando il fratello lo coinvolge in qualche strambo progetto si lascia sempre trascinare e non riesce a dirgli di no.
Grande fan di Gianni Morandi e dei Pooh, in TV gli piacciono molto Don Matteo e Che Dio ci aiuti. Ha un account su Facebook e lo usa principalmente per condividere fake news e aggiornamenti di Morandi.
Interista da sempre, non si perderebbe una partita della sua squadra del cuore per nulla al mondo. Gira con il santino di Mourinho nel portafoglio.
Compra sempre La Gazzetta dello Sport, e scrive spesso email alla Federcalcio itailana spiegando con che schema dovrebbe giocare la Nazionale, e non si capacita del perché non gli abbiano mai risposto.
Astemio.

Rosa Rossi

 

Moglie e coetanea di Mario. Casalinga, devota alla Madonna e a Padre Pio, molto attiva in Parrocchia e in particolare nel coro. Cuoca impareggiabile, segue sempre programmi come La prova del cuoco o Cotto e mangiato, mentre detesta Masterchef e affini perché non gli piace che la gente venga trattata male, e considera Cracco e Bastianich degli sbruffoni esaltati.
Molto preoccupata per il futuro dei suoi figli, in particolare per l’eventualità che Debora possa non arrivare vergine al matrimonio, in parte perché i giovani di oggi non hanno più morale, ma soprattutto perché a giro c’è pieno di extracomunitari e non si può più stare tranquilli. Ha creato un gruppo su Whatsapp con le mamme degli amici dei suoi figli, e sta imparando a mandare messaggi vocali.

Filippo Rossi

Ventiquattrenne studente-lavoratore, iscritto al Corso di Laurea in Scienze dell’educazione all’Università di Montegrano. In ogni puntata fa un lavoro diverso, e firma contratti che scadono alla fine di ogni episodio.
Idealista e politicamente impegnato, si definisce “di sinistra ma non quella dei partiti”. Frequenta il Centro Sociale Occupato Autogestito L.Banfi, e partecipa spesso a manifestazioni ed eventi. Vegetariano, medita di diventare vegano. Non guarda la TV perché la considera “uno strumento per fare il lavaggio del cervello a un popolo già abbastanza rincoglionito di suo”, e boicotta le principali multinazionali del globo (in particolare la Apple, la Nike e la Nestlè).
Legge molti libri ed è abbonato a Micromega. Legge Il Manifesto e molto raramente Il Fatto Quotidiano. Gli account sui social ce li ha, ma li usa poco; quando lo fa, è principalmente per (vani) tentativi di smontare le fake news.

 

Debora Rossi

 

Sedicenne alla moda e online 24h. Sogna di diventare una Fashion Blogger, adora Chiara Ferragni e Benji e Fede. Ha 1500 follwer su Instagram, le sue amiche la considerano un punto di riferimento per il suo esemplare Bikini Bridge e per il fatto che ha inventato una dieta fai-da-te a base di mentine per quando si sfiorano i 50Kg. Ha un buon rapporto con suo padre, che la accontenta praticamente in tutto, ma non sopporta sua madre, per via di quella ossessione per il cibo; l’idea di diventare un giorno come lei la terrorizza: la trova non solo grassa -difetto già di per sé sufficiente a ripudiarla come genitrice- ma oltretutto stupida. Si è fatta praticamente tutti i maschi del Liceo Artistico F.Califfano, ma sua madre è convinta che sia vergine.
Disprezza il fratello perché lo considera uno sfigato.

Peppino Rossi

Undicenne figlio di Luigi e della sua ex moglie Laura. Dal padre ha ereditato l’astuzia e l’opportunismo. A scuola è manesco con gli inermi e servile coi pettoruti, a casa trascorre la maggior parte del tempo davanti alla Play Station. Il suo idolo è Vin Diesel, e sogna di guidare una macchina a 14 anni.

Personaggi secondari

Ciro De’Vitali

Settantaduenne, storico sindaco di Montegrano. In politica dagli anni ’70, democristiano DOC fino al ’92, poi berlusconiano, infine iscritto al PD.
Parlamentare per due legislature, poi Sindaco di Montegrano per 5 volte di fila. In ottimi rapporti col Boss Schiavarone, nonché con l’Arcivescovo e con i principali imprenditori (2 in tutto) locali. Nella sua carriera politica ha sempre difeso la sacralità della famiglia, e infatti la sua l’ha distribuita in ogni municipalizzata del Comune. Finito sotto indagine tre volte per abuso d’ufficio, concussione e falso in atto pubblico, se l’è sempre cavata con la prescrizione.

 

 

Salvatore Schiavarone

Boss mafioso locale. Controlla pressoché ogni attività illecita di Montegrano, dal traffico di cocaina alla prostituzione alle slot machines. Molti in città lo considerano il vero Sindaco.

Annunci