Inkscape: layers ed esportazione

Inkscape è la soluzione ideale per disegnare personaggi e scenari, sia che si scelga di operare in vettoriale sia che si preferisca il raster (nella fattispecie le immagini in formato .png).

In entrambi i casi, la principale accortezza da tener presente è quella di disegnare le varie parti del corpo su layer differenti.

Ink screen

Se si sceglie di realizzare animazioni in vettoriale con Synfig, una volta completato il disegno in Inkscape non occorre far altro che salvare il file con l’estensione .svg (quella di default). Synfig Studio è in grado di importare i file .svg, e -cosa più importante- di mantenere la suddivisione in layers dell’ .svg originale.

Synfig screen

Come si può facilmente intuire, questo facilita molto le operazioni successive (soprattutto l’associare lo scheletro alla figura).

Ma Inkscape, come detto, permette di anche di esportare in formato .png.

Si può peraltro decidere cosa esportare, scegliendo tra pagina, disegno, selezione e personalizzata. L’opzione più semplice è selezione. Si seleziona ciò che si vuole esportare (nell’esempio sotto tutta la figura, cioè tutti i layers), e si clicca su File→Esporta bitmap (lo shortcut è CTRL SHIFT E). Dopodiché si clicca appunto su selezione e si sceglie il percorso su cui salvare il file, e infine si clicca su “esporta”.

export

Il risultato è il seguente

tutto

N.B. Per ottenere lo sfondo trasparente: File→Proprietà del documento. Dalla finesta che appare fare clic su Sfondo, e nella nuova finestra impostare a 255 RGB e a 0 il canale alpha.

sfondo

 Ancora una volta torna utile l’aver disegnato le varie parti su layers differenti. Tramite i pulsanti “blocca” e “nascondi” (simboli del lucchetto e dell’occhio nel menù dei layers) si possono selezionare signolarmente i vari layers ed esportare ciascuna parte del corpo in formato .png (sempre con sfondo trasparente).
Nell’immagine sotto sono stati nascosti e bloccati tutti i layers tranne “torso”; poi sono stati selezionati tutte le forme che compongono il layer (la maglia bianca, la chiazza di maionese etc.), e infine è stato esportato.

torso

Ripetendo l’operazione con tutti gli altri layers, si può creare una cartella con tutte le parti del corpo isolate.

Parti corpo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...